Software gestionale e PMI: un rapporto per la trasformazione digitale

trasformazione digitale pmi

Secondo quanto riferito nello studio IDC FutureScape: Worldwide SMB 2019 Predictions, per due terzi delle PMI, un software gestionale e la trasformazione digitale saranno componenti essenziali delle rispettive strategie IT entro la fine del 2023.

Sempre per IDC, nell’anno in corso la spesa mondiale in tecnologie per la trasformazione digitale arriverà a sfiorare i 1.700 miliardi di dollari confermando la necessità di cavalcare una digital transformation per ottenere efficienza operativa, riduzione dei costi, maggiore competitività e crescita. Come è noto, nella sua accezione più ampia la trasformazione digitale, soprattutto per le PMI, indica una vasta gamma di cambiamenti tecnologici, organizzativi, culturali, sociali, manageriali e creativi. E l’implementazione di soluzioni intelligenti e scalabili non può che portare anche le piccole e medie imprese verso una gestione più efficiente, capace di mettere in connessione i processi e aiutare a tenere sotto controllo i costi.

Guardando alle sole realtà imprenditoriali italiane, i dati ufficializzati nel 2019 dagli Osservatori Digital Transformation Academy e Startup Intelligence della School of Management del Politecnico di Milano realizzati in collaborazione con il PoliHub, parlano di investimenti concentrati – in particolare – proprio nei sistemi ERP, che sono da “consolidare”, “sviluppare” e “rinnovare”. Qui, se da una parte la sottolineatura positiva è che l’esercizio in corso rappresenta il terzo anno consecutivo in cui si registra nel nostro Paese una crescita costante della spesa ICT, dall’altra evidenzia in maniera inequivocabile che incrementare (anche del 2,6 per cento) i budget dedicati all’innovazione digitale non basta.

Nuove architetture e nuove piattaforme digitali stanno emergendo e con esse la consapevolezza che le suite “on premise” di ERP devono lasciare il posto a gestionali ad alta specializzazione erogati in modalità Software as a Service e potenziati da funzionalità di Intelligenza Artificiale. A sostenerlo con convinzione è Forrester Research secondo cui, per un’era dell’Enterprise Resourse Planning che tramonta, un’alba di business application è pronta a sorgere nel nome di un’innovazione che le organizzazioni di tutte le dimensioni (quindi anche le PMI) perseguono al fine di risultare agili ed efficaci. A patto, però, di ricorrere a piattaforme aperte, flessibili e specializzate, capaci di automatizzare i processi e di anticipare i trend di mercato grazie ad algoritmi di AI (Artificial Intelligence).

Senza il sapiente uso delle metodologie e delle tecnologie sottostanti a una soluzione di Intelligenza Artificiale, infatti, non sarebbe possibile trarre valore dai dati e prendere decisioni in tempo utile ai requisiti di tempestività ed efficacia sempre di più imposti dal mercato. Addio, dunque, a una logica di sistemi gestionali “su misura” o di strumenti per la produttività individuale. Benvenute soluzioni software verticali o estese che integrano al proprio interno funzionalità applicative per coprire i processi operativi e decisionali delle imprese.

Un sistema ERP che integra tutti i dati di una PMI e si affida all’automazione e alle tecnologie intelligenti è, infatti, in grado di aprire a nuove strade. Per promuovere una crescita redditizia occorre, infatti, ricorrere a strumenti progettati per rendere più agili i processi chiave, acquisire una visione più chiara sulle attività e prendere decisioni basate su informazioni in tempo reale. Le componenti strategiche dell’offerta ERP devono, dunque, integrarsi con strumenti di analisi, dialogare con i social network ed essere consultabili via tablet e smartphone per promuovere al meglio anche il lavoro in mobilità.

Infine, più una soluzione gestionale si rivela di facile apprendimento e supportata da partner locali, migliore sarà la sua implementazione per avviare e gestire l’intera azienda, oppure solo singoli processi ritenuti strategici dalla stessa. Il tutto, a patto che, oltre a implementare piattaforme collaborative e servizi cloud, le PMI scelgano anche di modificare il proprio modo di fare impresa (presupposto della trasformazione digitale), mettendo a punto una reale ed efficace strategia di integrazione delle risorse digitali oggi a disposizione sul mercato.